In Evidenza In evidenza

Agevolazioni assunzione lavoratori disabili

Agevolazioni assunzione lavoratori disabili

Premessa
Il 13 giugno 2016 è stata emanata la circolare INPS n°99 che prevede nuovi incentivi per l’assunzione di lavoratori con disabilità.

L’incentivo, concesso previa domanda ed in base alle risorse annualmente stanziate, spetta sia alle aziende che assumono essendone in obbligo di legge e sia alle aziende che assumono senza averne l’obbligo.

Lavoratori per i quali spetta l’incentivo.
L’incentivo può essere usufruito in caso di assunzioni facenti capo alle seguenti categorie di lavoratori:
-Lavoratori disabili con riduzione della capacità lavorativa superiore al 79%;
-Lavoratori disabili con riduzione della capacità lavorativa compresa tra il 67% ed il 79%;
-Lavoratori con disabilità intellettiva e psichica superiore al 45%.

Rapporti incentivati
L’incentivo spetta per le assunzioni a tempo indeterminato e per le trasformazioni a tempo indeterminato di una rapporto a tempo determinato, anche con contratto part time, decorrenti dal 1° gennaio 2016.

Per i lavoratori con disabilità intellettiva e psichica l’incentivo spetta anche in caso di assunzioni a tempo determinato, purché di durata non inferiore a 12 mesi.

Misura e durata dell’incentivo
La misura varia in base alle caratteristiche del lavoratore assunto:
-Se con disabilità superiore al 79% l’incentivo è pari al 70% della retribuzione lorda mensile;
-Se con disabilità compresa tra 67% e 79% l’incentivo è pari al 35% della retribuzione lorda mensile;
-Se con disabilità intellettiva e psichica l’incentivo è pari al 70% della retribuzione lorda mensile.

Anche la durata varia in base alle caratteristiche del lavoratore:
-L’incentivo spetta per 36 mesi sia in caso di lavoratori con disabilità superiore al 79% e sia in caso di lavoratori con disabilità compresa tra il 67% ed il 79%;
-L’incentivo spetta per 60 mesi in caso di lavoratori con disabilità intellettiva e psichica;
-L’incentivo spetta per tutta la durata del contratto a tempo determinato (minimo 12 mesi) in caso di lavoratori con disabilità intellettiva e psichica.

Condizioni di spettanza dell’incentivo
Per poter accedere al beneficio la ditta deve:
-Essere in regola con gli obblighi contributivi;
-Essere in regola in materia di sicurezza sul posto di lavoro;
-Essere in regola con l’applicazione dei contratti collettivi nazionali, regionali, territoriali o aziendali;
-Realizzare un incremento netto della base occupazionale. 

Incremento della base occupazionale
Per poter ottenere l’incentivo, l’assunzione a tempo indeterminato o la trasformazione, deve determinare un incremento rispetto alla media occupazionale dei 12 mesi precedenti.
La verifica deve essere eseguita ponendo a confronto la media dei 12 mesi precedenti l’assunzione con la media dei 12 mesi successivi all’assunzione. Mensilmente deve poi essere verificato il mantenimento dell’incremento.

Cumulabilità con altri benefici
L’incentivo può essere cumulato, nel limite del 100% del costo del lavoro, con altre agevolazioni derivanti da riduzione contributiva.
La cumulabilità risulta totale, quindi anche oltre il 100% del costo del lavoro, in caso di assunzioni a tempo indeterminato con esonero previsto dalla legge 208/2015.

Procedimento per l’ammissione al beneficio
Per poter ottenere il beneficio deve essere inoltrata un’apposita domanda sul sito INPS indicando:
-I dati identificativi del lavoratore;
-La tipologia di disabilità;
-La tipologia del rapporto di lavoro;
-L’importo dell’imponibile lordo previdenziale e le mensilità eventualmente spettanti.

Entro 5 giorni dalla richiesta, l’INPS provvede a comunicare l’eventuale prenotazione e l’importo massimo dell’incentivo concesso.
Nei 7 giorni successivi la ricezione della prenotazione, se ancora non è stata fatta, la ditta deve provvedere all’assunzione del lavoratore ovvero alla trasformazione del rapporto di lavoro.
Entro 14 giorni lavorativi dal ricevimento della comunicazione di prenotazione, la ditta deve comunicare l’avvenuta assunzione/trasformazione e deve  confermare la prenotazione.

Le posizioni contributive riferite ai datori di lavoro aventi titolo all’incentivo saranno contraddistinte dal codice 2Y. Eventuali arretrati compresi nei mesi da gennaio a maggio potranno essere conguagliati entro il 16 settembre 2016.

Si allega circolare dedicata.

Informazioni 

Consultare il proprio riferimenti dell'ufficio Paghe e Lavoro Sindacale Tel. 0423 5277