In Evidenza In evidenza

ATTIVAZIONE TUTELE SANINVENETO PER I FAMILIARI

ATTIVAZIONE TUTELE SANINVENETO PER I FAMILIARI

Da Aprile 2017 viene allargato anche ai familiari dei lavoratori iscritti al fondo sani in veneto, il rimborso delle prestazioni sanitarie fatte.

Il fondo Saninveneto ha comunicato l'attivazione, su base volontaria, delle tutele previste anche per i familiari conviventi dei lavoratori già iscritti (in quanto dipendenti di imprese versanti Saninveneto), rientranti nei seguenti 3 casi:
1. CONIUGI NON FISCALMENTE A CARICO
2. CONVIVENTI MORE UXORIO
3. FIGLI DI ETA' SUPERIORE AI DUE ANNI (A minorenni; B minori affidati; C figli maggiorenni fiscalmente a carico fino ai 30 anni; D figli senza limiti di età con invalidità pari o superiore al 66%)

Tale estensione volontaria (che sarà possibile attivare dal mese di aprile 2017) prevede l'iscrizione dei soggetti rientranti nei casi di cui sopra tramite un apposito modulo che sarà disponibile nel sito di Saninveneto o contattando gli sportelli delegati.
Il modulo di iscrizione sarà compilato dal "lavoratore principale" che intende iscrivere i propri familiari il quale autocertificherà le seguenti due condizioni essenziali per procedere:
•la sua iscrizione a sani.in.veneto (in quanto dipendente di impresa versante Saninveneto)
•l'appartenenza al proprio nucleo familiare dei soggetti che intende iscrivere e per i quali intende attivare le tutele del previste dal Fondo.
Saninveneto procederà tramite verifiche a campione per accertare la veridicità delle dichiarazioni di cui sopra.

L'attivazione richiede il pagamento di una quota a carico dipendente pari a 90 euro all'anno, per ogni familiare iscritto, da versare anticipatamente dal dipendente tramite bonifico bancario.
Per i dipendenti di ditte versanti EBAV sarà possibile inoltre richiedere un rimborso parziale della quota versata per iscrivere i familiari tramite specifico modello EBAV, che sarà reso disponibile a breve.

Si allega comunicazione dettagliata.

Informazioni
Sportello SANI.IN.VENETO, disponibile presso l'Ufficio paghe delle sedi di Asolo e Montebelluna, T. 0423 5277