In Evidenza In evidenza

BONUS CASA: PROROGA DI UN ANNO

BONUS CASA: PROROGA DI UN ANNO

Proroga secca di un anno per ecobonus, bonus ristrutturazioni, bonus mobili e bonus verde.
Senza nessuna riduzione degli sconti in vigore: non ci sarà, insomma, alcun taglio orizzontale dal 65% al 50% .

Sono indicazioni positive per chi sta programmando lavori in casa nel corso del 2019 quelle che arrivano dalle prime bozze del disegno di legge di Bilancio.
Il primo rinvio del disegno di legge di bilancio riguarda il BONUS RISTRUTTURAZIONI: guadagna un altro anno di vita, fino al 31 dicembre 2019, e mantiene il tetto attuale di 96mila euro di spesa, senza alcuna modifica di perimetro.

Allo stesso modo, ci sarà un altro anno anche per l’ECOBONUS e viene confermato l’assetto attualmente in vigore, che - va ricordato - prevede un doppio binario:
- alcuni interventi al 65% (riqualificazioni globali, scaldacqua a pompa di calore, coibentazioni, micro-cogeneratori, pannelli solari, domotica, caldaie a condensazione in classe A con sistemi di termoregolazione evoluti)

- altri al 50% (caldaie a condensazione in classe A senza termoregolazione evoluta, tende solari, finestre, generatori a biomasse).
Resta in vita anche il BONUS MOBILI, con uno scivolamento in avanti di tutte le date attualmente previste dalla legge.

Chiude il cerchio degli interventi del disegno di legge di Bilancio il BONUS GIARDINI, lo sconto del 36% con tetto a 5mila euro dedicato al verde. Inaugurato lo scorso anno, sarà a disposizione dei contribuenti anche nel 2019.
Da sottolineare, infine, che non vengono toccati tutti i bonus per i quali era previsto un rinvio pluriennale, come il SISMABONUS e lo sconto dedicato alle parti comuni condominiali. Andranno avanti, come già era previsto, fino al 2021.
In merito al SISMABONUS, si ricorda che il mese di novembre è dedicato alla prevenzione sismica, di cui si allega volantino dedicato.

Informazioni
Area Contabilità Fiscale - T. 0423 5277