In Evidenza In evidenza

CREDITO D'IMPOSTA PER INVESTIMENTI PUBBLICITARI

CREDITO D'IMPOSTA PER INVESTIMENTI PUBBLICITARI

Al fine di sostenere il comparto dell'editoria/emittenza radiofonica e televisiva locale in seguito all'emergenza epidemiologica, il D.L. n. 18/2020 (c.d. “Decreto Cura Italia”) e successivamente il D.L. 34/2020 (c.d. “Decreto Rilancio”), sono intervenuti disponendo, solo per il 2020, un potenziamento del credito di imposta in esame.

Dal 1° al 30 settembre 2020 è quindi possibile inviare la comunicazione di prenotazione per l'accesso al credito di imposta per gli investimenti pubblicitari - per l'anno 2020.

In particolare l’art.98, c. 1, D.L. n. 18/2020, prevede limitatamente al periodo d’imposta 2020 la concessione di:
- un credito d’imposta del 50% (percentuale aumentata dal D.L. 34/2020);
- da applicare all’intera spesa sostenuta per investimenti effettuati in campagne pubblicitarie
- sulla stampa (anche on-line);
- e sulle emittenti radiotelevisive.
Per tutti gli altri aspetti non derogati, il D.L. n. 18/200 prevede continuino a trovare applicazione le “vecchie” regole” che possono essere così riassunte:

SOGGETTI BENEFICIARI
 imprese e enti non commerciali;
 lavoratori autonomi; a prescindere dalla forma giuridica, dimensione aziendale, regime contabile, iscrizione ad un Albo professionale.

INVESTIMENTI AGEVOLABILI
Le spese per l’acquisto di spazi pubblicitari/inserzioni commerciali effettuate tramite:
 stampa periodica e quotidiana (nazionale o locale) anche “on line”;
 emittenti televisive e radiofoniche locali (analogiche o digitali).

REQUISITI
 Le emittenti radiofoniche e televisive locali devono essere iscritte presso il Registro degli operatori di comunicazione ex art. 1, comma 6, lett. a), n. 5), Legge n. 249/97;
 i giornali devono essere iscritti presso il competente Tribunale o Registro degli operatori di comunicazione ed avere un direttore responsabile.
Nota: sono ammessi all’agevolazione in esame anche gli investimenti pubblicitari effettuati sul sito web di un’agenzia di stampa se rispetta le predette condizioni.

SPESE ESCLUSE
 televendite accessorie di beni e servizi di qualunque tipologia;
 servizi di pronostici, giochi o scommesse con vincite di denaro;
 servizi di messaggeria vocale o chat-line con servizi a sovraprezzo

CERTIFICAZIONE
L’effettivo sostenimento delle spese è soggetto ad una attestazione rilasciata da, alternativamente:
 un soggetto abilitato al rilascio del visto di conformità;
 un revisore legale dei conti.

UTILIZZO
Il credito d'imposta in esame va utilizzato esclusivamente in compensazione nel Mod. F24, tramite i servizi telematici messi a disposizione dell'Agenzia delle Entrate (Entratel/Fisconline). A tal fine, nel Mod. F24 va riportato il cod. trib. "6900" (RM 41/2019); quale "anno di riferimento" va riportato l'anno di concessione del credito. Il credito d'imposta spettante va indicato nel Mod. REDDITI (quadro RU) del periodo d'imposta di maturazione e di quelli di utilizzo dello stesso.

CONDIZIONI E MISURA DELL’AGEVOLAZIONE
Solo per il 2020, il bonus pubblicità è concesso nella misura unica del 50% del valore degli investimenti effettuati ed entro il limite massimo di stanziamento pubblico Stanziamento 2020: è di €. 85 mil.

MODALITA’ DI ACCESSO
Comunicazione per l’accesso al credito d’imposta Dall’1.9.2020 al 30.9.2020 deve essere presentata la “Comunicazione per l’accesso al credito d’imposta”, contenente i dati relativi agli investimenti effettuati o da effettuare nell’anno, a carattere “prenotativo”.
Dall’1.1.2021 al 31.1.2021 deve essere presentata la “Dichiarazione sostitutiva relativa agli investimenti effettuati”, con la quale dichiarare l’effettiva realizzazione degli investimenti indicati nella Comunicazione di “prenotazione” precedentemente presentata (di fatto viene confermato o rettificato quanto comunicato in precedenza).


Informazioni
Pasquale Perrone T. 0423 527925 - p.perrone@am.confart.tv