In Evidenza In evidenza

EDILCASSA: contributi a disposizione

EDILCASSA: contributi a disposizione

Ecco i Contributi a disposizione per LE AZIENDE DEL SETTORE EDILIZIA VERSANTI EDILCASSA VENETO 

In data 12 maggio u.s., le Organizzazioni Artigiane - Confartigianato Imprese Veneto, CNA del Veneto, Casartigiani del Veneto e le Organizzazioni sindacali Feneal UIL Veneto, Filca CISL Veneto e Fillea CGIL Veneto hanno sottoscritto un importante accordo regionale che attiva sussidi e contributi di natura straordinaria a favore di lavoratrici/ori e loro familiari e delle imprese, iscritti/e in Edilcassa Veneto, con la finalità di aiutare il settore artigiano edile a far ripartire l'attività lavorativa nei cantieri e a supportare le situazioni di difficoltà sia aziendale che familiare generata dall'emergenza COVID-19. L'accordo impegna Edilcassa Veneto ad erogare la somma complessiva di € 1.600.000.

Sempre in data 12 maggio le parti sociali indicate hanno sottoscritto un ulteriore accordo che prevede la costituzione e le relative modalità di funzionamento del COMITATO TERRITORIALE PER L'EMERGENZA COVID-19, in ottemperanza di quanto previsto dal DPCM del 26 aprile 2020. Vediamo nel dettaglio le diverse prestazioni/assistenze previste, che opereranno durante il periodo di emergenza; i termini e le condizioni di presentazione delle domande, con la relativa modulistica, saranno predisposti da Edilcassa Veneto e messi a disposizione nel sito www.edilcassaveneto.it

PRESTAZIONI A FAVORE DELLE IMPRESE

Sostegno per la liquidità delle imprese emergenza COVID-19:
è prevista una nuova prestazione finalizzata a sostenere le imprese nell'accesso alle garanzie necessarie per l'ottenimento di nuovi finanziamenti. Nello specifico la prestazione consiste in un rimborso delle spese di istruttoria della pratica e del costo di eventuali commissioni per il rilascio delle garanzie per le imprese che accedono a nuovi finanziamenti per il tramite dei Confidi dell'Artigianato Veneto. Il contributo è pari al 50% delle spese sostenute, con un massimo di 300,00 euro ad impresa e riguarderà le spese sostenute dal 17 marzo 2020 al 31 dicembre 2020
->Scarica il Modulo 20 dedicato.

Dispositivi di protezione individuale e altri dispositivi di sicurezza per emergenza COVID-19: in merito alla fornitura del DPI le parti confermano la scelta adottata dell'accordo interconfederale dell'artigianato veneto del 2 maggio 2020, che pone a carico di Sani.In.Veneto il rimborso dei costi sostenuti dall'impresa per l'acquisto e la fornitura dei DPI ai dipendenti (la lista dei dispositivi è indicata nell'accordo).
Il contributo che Sani.In.Veneto erogherà sarà pari al 50% di quanto sostenuto dal datore di lavoro per l'acquisto degli stessi, con un tetto massimo di 30 euro per ogni dipendente iscritto e in forza al momento della domanda allo sportello.
Viene altresì previsto un contributo, per l'acquisto da parte di datori di lavoro iscritti a Sani.In.Veneto o a Sani.in.Azienda, di termometri a distanza e/o monouso e/o altri idonei pari al 50% del costo sostenuto, con un tetto massimo per azienda di 80 euro.
La prestazione trova decorrenza per gli interventi perfezionati dal 17 marzo 2020 e fino al 31 dicembre 2020
->Scarica il Modulo Sani.In.Veneto da spedire a c.crema@am.confart.tv

Sostegno alle attività di sanificazione emergenza COVID-19: viene istituita una prestazione per rimborsare le spese di sanificazione (la cui definizione è contenuta nell'accordo) sostenute e documentate dai datori di lavoro iscritti ad Edilcassa Veneto per attività di sanificazione di ambienti, strumenti e veicoli di lavoro.
Il rimborso sarà pari al 50% con un massimo di 200 euro.
In alternativa a quanto sopra, il datore di lavoro potrà optare per il rimborso fino al 50% dei costi sostenuti per l'acquisto di macchinari per la sanificazione diretta dei locali/strumentazione da lavoro e fino ad un massimo di 200 euro
La prestazione trova decorrenza per gli interventi o gli acquisti di cui sopra perfezionati dal 17 marzo 2020 e fino al 31 dicembre 2020.
Nel periodo di vigenza del presente servizio l'impresa ha diritto ad un solo rimborso
-> Scarica il Modulo 24 dedicato.

Fermata cantieri per emergenza COVID-19: Edilcassa Veneto erogherà un contributo a beneficio delle imprese che nel mese di aprile 2020 hanno sospeso a zero ore i lavoratori per un intenso utilizzo di CIGO con causale COVID-19 per la fermata dei cantieri, in base alle normative anticontagio emanate dalle autorità competenti o per qualunque altra causa riferibile al COVID-19.
Il contributo è differenziato nel seguente modo:
200 € per imprese fino a 4 lavoratori a zero ore lavorate nel mese di aprile 2020;
300 € per imprese da 5 a 6 lavoratori a zero ore lavorate nel mese di aprile 2020;
400 € per imprese da 7 a 10 lavoratori a zero ore lavorate nel mese di aprile 2020;
500 € per imprese con oltre 10 lavoratori a zero ore lavorate nel mese di aprile 2020
-> Scarica il Modulo 25  dedicato.


PRESTAZIONI A FAVORE DEI DIPENDENTI

Contributo per figli studenti: è una nuova prestazione destinata a sostenere i costi sostenuti dalle famiglie per far fronte alle spese per la frequenza alle Scuole Materne/Infanzia e Elementari/Primaria. Il contributo è pari a 150,00 euro per ogni figlio. Si ricorda che Edilcassa Veneto prevede già una prestazione per i figli che frequentano la scuola media inferiore, superiore, l'università e corsi di formazione professionale.

Sostegno alle famiglie con figli studenti: è una nuova prestazione destinata a sostenere i costi sostenuti dalle famiglie con figli studenti, per sostenere la didattica on line; è previsto un contributo forfettario di 100,00 euro per famiglia.

Sostegno alla genitorialità: è istituita una nuova prestazione a sostegno di lavoratrici/ori che in questa fase devono conciliare la gestione dei figli con l'attività lavorativa. La prestazione consiste in un'indennità di 300,00 euro che verrà erogata a lavoratrici/ori che avranno utilizzato per almeno 10 giorni lavorativi il congedo parentale straordinario connesso all'emergenza Covid-19.

Sostegno per giovani coppie in affitto: è istituita una nuova prestazione a sostegno delle giovani coppie che non hanno una casa di proprietà, ma sono in contratto d'affitto. La prestazione, pari a 1.000,00 euro, è destinata a lavoratrici/ori, iscritti in Edilcassa Veneto, coniugata/o o unita/o in Unione Civile da meno di 10 anni alla data del 1 febbraio 2020, con almeno un componente della coppia di età inferiore ai 40 anni alla data del 1 febbraio 2020.

Contributo per spese funerarie: è istituita una nuova prestazione, di ammontare pari a 900,00 euro, a sostegno delle lavoratrici/ori che perdono coniuge o persona unita/o in Unione Civile o un famigliare fino al I° grado di parentela, nel periodo dal 1 febbraio 2020 al 31 dicembre 2020.

Contributo per lavoratori che non hanno diritto al premio APE: è istituita in questa fase di emergenza una nuova prestazione a favore dei lavoratori (operai e apprendisti operai) che non hanno maturato i requisiti per avere diritto al premio APE. Nello specifico la prestazione sarà destinata ai lavoratori che avranno maturato almeno 1.800 ore nel biennio ottobre 2017 - settembre 2019 e sarà calcolata in base al grado di anzianità maturato o che avrebbero maturato, fino ad un importo massimo pari a 250,00 euro. La prestazione è considerata un anticipo in caso di ricalcolo dell'APE per l'anno edile 2018/2019.

Liquidazioni assistenze non pagate: in relazione al periodo di emergenza legato alle vicende Covid-19, viene previsto il contributo a favore delle lavoratrici/ori che non hanno potuto ricevere le assistenze richieste per mancata copertura dei versamenti; il contributo sarà pari al valore delle assistenze con riferimento alle domande ferme al 31/12/2019.

Contributo per protesi, cure e visite dentarie: viene incrementato del 10% l'attuale contributo per la cura dei denti, portando il limite massimo del rimborso a 1.375,00 euro.

->Scarica:
-Modulo generale per richieste
-Autocertificazione 

 

SERVIZI CPR (Comitato Paritetico Regionale per la sicurezza in edilizia)

Il contratto regionale del 9 aprile 2014 prevede che le imprese interessate a migliorare la sicurezza possono farsi assistere da tecnici inseriti in una lista approvata dal CPR sulla base delle segnalazioni effettuate dalle associazioni artigiane.
Il CPR ha inoltre implementato con il servizio dedicato all’attivazione del protocollo sicurezza per il contrasto della diffusione del virus “COVID 19”. Ha previsto un contributo di massimo 200 euro (IVA esclusa), copertura 100% per questo servizio. Si tratta di un contributo che è cumulabile con tutti gli altri.
Per informazioni contattare l’Ufficio Ambiente e Sicurezza: T. 0423 5277 - u.ambiente@am.confart.tv

InfoPoint Edilcassa
(Tutte le mattine) T.0423 527907