In Evidenza In evidenza

FATTURA ELETTRONICA: RINVIATO L'OBBLIGO A GENNAIO

FATTURA ELETTRONICA: RINVIATO L'OBBLIGO A GENNAIO

Il rinvio degli obblighi di fatturazione elettronica per le cessioni di carburante non dovrebbe far venir meno la possibilità, per i distributori che già si sono adeguati al processo di fatturazione elettronica, di emettere fattura elettronica su base facoltativa o su richiesta del cliente.

Fino al 1° Gennaio 2019, quindi, per tutti coloro che non intendessero gestire gli acquisti con fattura elettronica, sarà ammesso utilizzare la scheda carburante o l’ultilizzo di carte di credito, bancomat o di altre prepagate dove questa modalità rappresenti solamente l’alternativa all’utilizzo della scheda carburante.

Tuttavia la proroga appena definita NON sembra incidere su due obblighi la cui entrata in vigore è prevista comunque per il 1° Luglio 2018, ossia:

Obbligo di fatturazione elettronica per prestazioni di subbappaltatori in filiera di imprese nell’ambito di contratti di appalti stipulati con Pubblica Amministrazione

- Memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri concernenti le cessioni di carburante da utilizzare come carburante per motori (regole tecniche definite dal provvedimento 106701/2018 dell’Agenzia delle Entrate).

Dal 1° Luglio 2018 resta obbligatorio il pagamento tracciabile per gli acquisti di carburante per autotrazione: carte di credito, carte di debito, altre carte di pagamento come bonifici, assegni o l’addebito diretto su conto corrente ai fini della documentazione del costo ed ai fini della detrazione dell’IVA.

E’ prevista una ulteriore e successiva riunione del Consiglio dei Ministri per quanto riguarda le ulteriori misure da intraprendere in materia fiscale.


Per informazioni:

info@am.confart.tv