In Evidenza In evidenza

IMPRESE E AMMINISTRATORI LOCALI A CONFRONTO

IMPRESE E AMMINISTRATORI LOCALI A CONFRONTO

SINDACI, FACCIAMO IL PUNTO
Imprese e Amministratori Locali a confronto per delineare il futuro del territorio.

PERCHE' QUESTA INIZIATIVA
Al fine di colmare una percepita mancanza di linee guida, particolarmente legate al venire meno del ruolo di un organismo sovracomunale, Confartigianato propone di aprire una riflessione intorno ad alcune priorità, in ambito sociale ed economico del territorio.
Partendo da un’analisi condotta sui Comuni della Marca Trevigiana si sono evidenziate le operatività di ciascuna Amministrazione Locale, creando così una base statistica utile per poter analizzare e formulare al meglio alcune considerazioni, che riteniamo d’importanza strategica per il mantenimento del benessere comune, fruibile attraverso il servizio al cittadino, il sostegno dell’impresa e la promozione delle numerose qualità del territorio.

Si invita alla consultazone dello studio allegato riportante i dati rilevati sui comuni della Marca Trevigiana.

IL NOSTRO CONTESTO ASOLO-MONTEBELLUNA
Il territorio del mandamento AsoloMontebelluna è composto da 25 Comuni, con una popolazione al 2016 di 168.226 abitanti. Tra 2007 e 2016 la popolazione è aumentata di circa 7.500 unità; ad aumentare è soprattutto la componente anziana (in 10 anni dal 17,5% sale a sfiorare il 20% sul totale dei residenti). Negli stessi 10 anni, è diminuito il numero di imprese (di oltre 1000 unità) e quello di addetti. Nascono sempre meno imprese (meno di 6 su 100 attive) e ne chiudono più di quante ne aprano: la profonda trasformazione del sistema locale è ancora in corso, e chiede strumenti interpretativi nuovi.

LE PROPOSTE DI CONFARTIGIANATO
Confartigianato ha predisposto una piattaforma sindacale per sottolineare ed evidenziare problematiche, criticità proprie del tessuto economico artigiano e delle piccole imprese e richiedere risposte e soluzioni che permettano di ridare impulso alle attività produttive che generano sviluppo e occupazione
Nello specifico, la proposta di Confartigianato AsoloMontebelluna per le amministrazioni poggia su 4 assi:

1. Supportare i processi di Unione di Comuni
In un contesto di risorse scarse, va data priorità agli investimenti che portano a ricadute positive sul benessere comune. Vanno sostenuti i processi di gestione associata mediante Unioni di Comuni, in grado di liberare risorse da attività strettamente di “manutenzione burocratica”, per re-investirle per creare un territorio in grado di rispondere con efficacia ai bisogni delle persone.

2. Riscoprire la centralità del sistema produttivo locale e delle sue filiere
Occorre rilanciare sulla cultura del territorio, promuovendo e valorizzando il capitale di conoscenze, competenze e propensioni che ha strutturato l’imprenditoria locale, anche attraverso efficaci strategie di orientamento scolastico; per farlo in maniera proficua deve esserci da parte di tutti la consapevolezza della centralità del sistema produttivo locale e delle sue filiere, declinandolo anche nella prospettiva della cura del territorio, del paesaggio, della valorizzazione delle produzioni. In questa prospettiva deve essere responsabilità comune garantire ai giovani studenti percorsi di alternanza scuola-lavoro arricchenti e stimolanti.

3. Snellire i carichi burocratici
Il processo di sburocratizzazione e di semplificazione della PA al fine di efficientarla e renderla trasparente è da sempre tra le priorità per il nostro Paese. Agli amministratori si chiede di dialogare con CONFARTIGIANATO per far sì che uno strumento come lo Sportello Unico per le Attività Produttive costituisca effettivamente una opportunità di semplificazione e non, come ancora accade, un’ulteriore complicazione.

4. Innovare il sistema turistico innestando l’attrattività sul patrimonio culturale del saper fare
Va valorizzata l’attrattività turistica del territorio, rendendolo in grado di esprimere un magnetismo fondato sull’identità e sulle qualità specifiche, attraverso una programmazione condivisa tra tutti i portatori di interessi e risorse. È fondamentale valorizzare l’artigianato e il saper fare in termini di patrimonio della cultura e della tradizione. A tal fine è necessario attivare un circuito virtuoso, di concerto con tutte le parti afferenti all’OGD, Organizzazioni di Gestione delle Destinazioni, per inserirlo all’interno di percorsi turistici tradizionali ed esperienziali che consentano di dare visibilità alle sue peculiarità.

UN PROGETTO CHE SI APRE ALLA COLLABORAZIONE DI TUTTI
Questo incontro è solo la prima tappa di un percorso che proponiamo di intraprendere assieme
Tra un anno vogliamo ritrovarci per tornare a confrontarci su queste e altre tematiche. Il tema del confronto è partito da noi, perché ritenevamo opportuno proporre questa considerazione e osservazione: l’invito è aperto anche a tutte le altre associazioni che hanno a cuore il territorio.

INFORMAZIONI
Ufficio Sindacale: T. 0423 5277 - info@am.confart.tv