In Evidenza In evidenza

NUOVA ETICHETTATURA ALIMENTARE

NUOVA ETICHETTATURA ALIMENTARE

Il 13 dicembre entra in vigore l’obbligo dell’etichetta “nutrizionale”.

CONTENUTI DEL REGOLAMENTO COMPLETO SULL'ETICHETTATURA NUTRIZIONALE
Si allega pratico schema riassuntivo e il Regolamento (UE) N. 1169/2011 del 25 ottobre 2011, relativo alla fornitura di informazioni sugli alimenti ai consumatori.
Si precisa però che questa regolamentazione non è valida per tutti, come di seguito indicato.

LE AZIENDE ESCLUSE DALL'OBBLIGO ETICHETTATURA NUTRIZIONALE
L'ESENZIONE DALL'OBBLIGO E' UNA CONQUISTA DELLE ASSOCIAZIONI DI RAPPRESENTANZA DEL MONDO ARTIGIANO

Con l’articolo 44 risultano esclusi gli alimenti offerti in vendita al consumatore finale o alle collettività senza preimballaggio oppure imballati sui luoghi di vendita su richiesta del consumatore o preimballati per la vendita diretta.
Nell’allegato “V” al regolamento sono invece previsti i seguenti casi di esclusione:
1.I prodotti non trasformati che comprendono un solo ingrediente o una sola categoria di ingredienti;
2.I prodotti trasformati che sono stati sottoposti unicamente a maturazione e che comprendono un solo ingrediente o una sola categoria di ingredienti;
3.le acque destinate al consumo umano, comprese quelle che contengono come soli ingredienti aggiunti anidride carbonica e/o aromi;
4.le piante aromatiche, le spezie o le loro miscele;
5.il sale e i succedanei del sale;
6.gli edulcoranti da tavola;
7.gli estratti di caffè e agli estratti di cicoria, i chicchi di caffè interi o macinati e i chicchi di caffè decaffeinati interi o macinati;
8.le infusioni a base di erbe e di frutta, i tè, tè decaffeinati, tè istantanei o solubili o estratti di tè, tè istantanei o solubili o estratti di tè decaffeinati, senza altri ingredienti aggiunti tranne aromi che non modificano il valore nutrizionale del tè;
9.gli aceti di fermentazione e i loro succedanei, compresi quelli i cui soli ingredienti aggiunti sono aromi;
10.gli aromi;
11.gli additivi alimentari;
12.i coadiuvanti tecnologici;
13.gli enzimi alimentari;
14.la gelatina;
15.i composti di gelificazione per marmellate;
16.i lieviti;
17.le gomme da masticare;
18.gli alimenti confezionati in imballaggi o contenitori la cui superficie maggiore misura meno di 25 cm 2;
19.gli alimenti, anche confezionati in maniera artigianale, forniti direttamente dal fabbricante di piccole quantità di prodotti al consumatore finale o a strutture locali di vendita al dettaglio che forniscono direttamente al consumatore finale.

Altri casi di esclusione dall’obbligo di etichettatura nutrizionale sono previsti all’articolo 29 del regolamento per gli integratori alimentari e per l’utilizzazione e commercializzazione delle acque minerali naturali.
Si allega la comunicazione del Ministero dello Sviluppo Economico per la definizione degli alimenti ai quali non si applica l'obbligo della dichiarazione nutrizionale.

CONFARTIGIANATO METTE A DISPOSIZIONE UN SOFTWARE PER L'ETICHETTATURA 
Chi è assoggettato, o comunque interessato ad introdurre comunque l'etichetta nutrizionale, può avvalersi di un apposito software: da questo sito www.primolabel.it è posibile, previa registrazione, effettuare la registrazione della propria azienda e l’acquisto del servizio on line di creazione delle proprie etichette personalizzate; il servizio costa 80€ +iva all’anno per creare un numero infinito di combinazioni di etichette, modificabili in qualsiasi momento.
Prima di acquistarlo è comunque possibile visionare una demo del software all’indirizzo: https://webapp.primolabel.it/login (con password richiedibile all'Ufficio Preposto).


Informazioni
Ufficio Sindacale: Marta De Nardo, T. 0423 527906 - m.denardo@am.confart.tv