In Evidenza In evidenza

RISORSE UMANE dipendenti

AZIENDA CON DIPENDENTI

RISORSE UMANE OMINO_DIPENDENTI_822_1.jpg (Art. corrente, Pag. 1, Foto responsabile)

Che tipo di azienda sei?
Clicca la tipologia che ti contraddistingue e scopri le offerte dedicate a te.


Sono un'impresa ARTIGIANA EDILE 


Sono un'impresa ARTIGIANA (ALTRI SETTORI DIVERSI DALL'EDILIZIA)

NON sono un'impresa ARTIGIANA.

 

REQUISITI PER ESSERE IMPRESE ARTIGIANE
Imprese artigiane requisiti
Per rientrare nella definizione di imprese artigiane, la società deve rispondere a 5 requisiti che sono alla base della nascita dell’impresa artigiana, vediamo quali sono. 

1) Il numero dei dipendenti è limitato e varia a seconda del tipo di impresa artigiana
Per l’impresa artigiana che non lavora in serie, il numero totale dei dipendenti compresi gli apprendisti è di 22, di questi i dipendenti assunti con regolare contratto al di fuori dell’apprendistato non devono essere più di 9 persone.
Per l’impresa artigiana che lavora in serie e con lavorazione non del tutto automatizzata, il numero totale dei dipendenti deve essere un massimo di 9 compresi gli apprendisti, che non devono essere più di 5 persone.
Per l’impresa artigiana che svolge la propria attività nei settori delle lavorazioni artistiche, tradizionali e dell’abbigliamento su misura, il numero dei dipendenti non deve essere superiore a 32 compresi gli apprendisti, che devono essere al massimo 16.
Per l’impresa artigiana di trasporto, il numero di dipendenti non deve essere superiore a 8 persone
Per le imprese artigiane di costruzione edili, il numero massimo di dipendenti è 10 persone, compresi gli apprendisti in numero non superiore a 5.

2) Una impresa artigiana deve avere come scopo prevalente lo svolgimento di attività manuali legate all’artigianato come ad esempio la produzione, fabbricazione, costruzione e trasformazione di un bene, oppure il lavoro di riparazione, lavorazione, trattamento e manutenzione del bene stesso. La realizzazione di opere o la prestazione di servizi legati ad attività specifiche che rientrano nell’elenco delle attività artigiane. 

3) Per essere definita impresa artigiana, la società dovrà essere organizzata in modo da consentire ai soci, ai dipendenti e ai collaboratori di operare con il lavoro personale e professionale all’interno dell’azienda. 

4) Un requisito importante per la definizione di impresa artigiana è la preminenza del lavoro sul capitale. Ciò significa che di fatto nelle imprese artigiane il valore del lavoro organizzato e gestito secondo le norme di legge che regolano le società artigiane, dovrà essere superiore al valore del capitale investito e circolante. Questo punto è alla base del privilegio artigianato. 

5) Una impresa artigiana non può svolgere attività agricole, attività commerciali di intermediazione e di vendita, attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande, se non in via strumentale o accessoria rispetto all’esercizio dell’impresa. Nel caso di attività miste, quando cioè l’impresa svolge sia attività artigiana che attività commerciale, vale il criterio della prevalenza: viene definita impresa artigiana, quella nella quale il titolare, i soci e i dipendenti dedicano il loro impegno lavorativo prevalentemente nell’ambito dell’attività artigiana. 

Procedura di iscrizione per le imprese artigiane
Se una impresa ha tutti i requisiti necessari per essere riconosciuta come impresa artigiana, deve iscriversi all’Albo Regionale delle Imprese Artigiane. L’iscrizione all’Albo delle imprese artigiane va ad aggiungersi all’iscrizione al Registro delle Imprese ed è necessaria per rendere effettiva l’acquisizione dello status giuridico di impresa artigiana. 

Tutte le imprese artigiane hanno l’obbligo, secondo l’Art. 4 della Legge regionale 1/2010, di trasmettere alla Camera di Commercio e all’Ufficio Registro Imprese entro 30 giorni dall’iscrizione all’Albo Regionale delle imprese Artigiane la Comunicazione Unica con i documenti che attestano la modifica dei requisiti artigiani, la cessazione dell’attività e la perdita dei requisiti previsti dalla legge per l’iscrizione. Gli effetti costitutivi della modifica e della cancellazione decorrono dalla data di presentazione della Comunicazione Unica da parte dell’impresa.