In Evidenza In evidenza

AGEVOLAZIONI PER IMPRESE E LIBERI PROFESSIONISTI

AGEVOLAZIONI PER IMPRESE E LIBERI PROFESSIONISTI

La Regione Veneto ha approvato con DGR n. 724 del 8 giugno 2021 (pubblicata sul BUR n. 77 odierno) il bando per la concessione di agevolazioni regionali a favore di imprese e liberi professionisti a sostegno di progetti di innovazione.

Il provvedimento sostiene interventi di innovazione di processo e organizzativa delle imprese, dei liberi professionisti, delle associazioni professionali e delle società tra professionisti quale misura anticrisi per la ripartenza del sistema economico e produttivo del Veneto a seguito della pandemia da “Covid-19”.

Il bando è finanziato con le risorse di cui all’articolo 6 della legge regionale 29 dicembre 2020, n. 39, “Collegato alla legge regionale di stabilità 2021” per l’ammontare di euro 8.000.000,00. Tali risorse provengono dal Fondo di cui alla legge 27 ottobre 1994, n. 598, attuato con la deliberazione della Giunta regionale 30 dicembre 2005, n. 4344.

Ai liberi professionisti, alle associazioni professionali e alle società tra professionisti è riservato l’ammontare di euro 2.400.000, pari al 30% dello stanziamento sopra indicato.
Per le micro e piccole e medie imprese, l’importo minimo di spesa per progetto è 100.000 euro, mentre quello massimo è 500.000 euro.

Le agevolazioni vengono concesse in forma mista di contributo a fondo perduto e finanziamento agevolato in percentuali variabili in base alla tipologia di progetto finanziato e alla natura del beneficiario.

Il contributo a fondo perduto per le micro, piccole e medie imprese è del 50% del totale delle spese ammissibili e del 50% come finanziamento agevolato per le spese di investimento in beni strumentali “Industria 4.0”. Le agevolazioni non sono cumulabili con altri incentivi pubblici concessi a titolo di aiuti di stato, o “de minimis”, per gli stessi costi ammissibili.

La domanda di agevolazione dovrà essere presentata a Veneto Sviluppo (tramite la procedura informatica del sistema informativo “Finanza 3000” accessibile qui), soggetto gestore e responsabile dei procedimenti amministrativi.

Le domande potranno essere presentate:
• dal 5 al 12 luglio in relazione agli interventi attuati da liberi professionisti/associazioni professionali;
• dal 19 al 26 luglio per quanto riguarda gli interventi attuati dalle imprese.

Gli interventi sono selezionati con procedura valutativa a graduatoria.

In particolare, le domande di agevolazione ricevibili sono oggetto delle seguenti verifiche istruttorie:
1. “soggettiva”, volta ad accertare che il soggetto richiedente sia in possesso dei requisiti previsti;
2. “oggettiva”, per accertare che la domanda di agevolazione sia conforme ai requisiti stabiliti in merito alle “attività agevolabili”, ai “massimali e limitazioni sulle spese ammissibili” previsti;
3. “sostenibilità economica”, volta ad accertare la capacità del soggetto richiedente di restituire la quota di finanziamento agevolato;
4. valutazione automatica in cui è assegnato un punteggio secondo i criteri riferiti al soggetto proponente e alla tipologia di investimento;
5. valutazione tecnica del progetto a cura di una Commissione di Valutazione nominata dal Direttore della Direzione Ricerca Innovazione ed Energia della Regione del Veneto.

Maggiori informazioni
Katia Civiero - 
c.334 6989240 - k.civiero@venetogaranzie.net