In Evidenza In evidenza

ECOINCENTIVI AUTOMOTIVE

ECOINCENTIVI AUTOMOTIVE

Dal 2 agosto 2021 sono aperte le prenotazioni sulla piattaforma ecobonus.mise.gov.it per ottenere gli incentivi per l’acquisto di nuovi veicoli a basse emissioni - fino a 135 g/km di CO2 -, con e senza rottamazione, e dal 5 agosto possono essere richieste le agevolazioni per i veicoli commerciali e speciali.

Il fondo beneficia del rifinanziamento di 350 milioni di euro stabilito dalla legge di conversione del Decreto Sostegni bis. 

Per l’acquisto di veicoli commerciali di categorie N1 (autocarri e furgoni fino a 3,5 t), M1 (mezzi per il trasporto di persone con il massimo di 8 posti) e M1 speciali (camper, veicoli blindati, autoambulanze, autofunebri, veicoli con accesso per sedia a rotelle), sono previsti 50 milioni di euro (di cui 15 per veicoli elettrici).

Altra novità più rilevante per gli Artigiani e le pmi è che il nuovo Ecobonus automotive prevede la possibilità di ottenere l’incentivo anche attraverso l’acquisizione del veicolo in locazione finanziaria (leasing). La dimensione degli incentivi rimane invariata rispetto alla prima edizione, così come la possibilità di ottenere un bonus nel caso all’acquisto si abbini la rottamazione di un veicolo di classe Euro 4 o inferiore.

RIPARTIZIONE DEL FONDO

  • 200 milioni per acquistare, esclusivamente con rottamazione, i veicoli con emissioni comprese tra 61-135 g/km CO2. Il contributo è di 1.500 euro;

  • 60 milioni per ottenere l’extrabonus e acquistare veicoli con emissioni comprese tra 0-60 g/km CO2. Il contributo ammonta a 2.000 euro con rottamazione e a 1.000 senza;

  • 50 milioni per l’acquisto di veicoli commerciali e speciali, di cui 15 milioni esclusivamente per i veicoli elettrici. Tra le novità del Decreto Sostegni Bis c’è la possibilità di acquistare con leasing finanziario, già a partire dal 25 luglio 2021, anche questa tipologia di veicoli. Restano invariati i contributi previsti dalla Legge di Bilancio 2021 e quindi prenotabili in base alla “Massa Totale a Terra -MTT” e all’alimentazione;

  • 40 milioni per l’acquisto di veicoli di categoria M1 usati, di classe Euro non inferiore a 6 ed emissioni fino a 160 g/km di CO2. Viene riconosciuto un contributo fino 2.000 euro, calcolato in base alla fascia di emissione. Per usufruire del contributo è necessario rottamare una vettura immatricolata prima del gennaio 2011, o che abbia raggiunto i dieci anni nel periodo in cui viene richiesto l’ecobonus. Si potrà accedere a questo incentivo solo dopo le necessarie modifiche tecniche della piattaforma.